Blue Monday, il giorno più triste dell’anno: ecco perché

Cos’è questo senso di pesantezza, tristezza, inquietudine? Tranquilli, è il Blue Monday!

Oggi è il terzo lunedì del mese di gennaio, il cosidetto Blue Monday, vale a dire il giorno più triste dell’anno. E di certo le temperature non aiutano.

Il Blue Monday nasce dal lavoro di uno psicologo nonché accademico della Cardiff University, Cliff Arnall, che ha creato un’equazione vera e propria in grado – dice – di calcolare il giorno «col più alto fattore di depressione» dell’anno. Nello specifico l’equazione è C(P+B) N+D. Dove C sta per «temperatura media», P sta per «i giorni dall’ultima paga», B sta per «i giorni fino al prossimo festivo», N sta per «il numero di notti passate a casa nel mese» e D sta per «il numero di ore diurne medie». Con questi fattori, secondo Arnall, si sarebbe in grado di calcolare quando cade il Blue Monday, ovvero il terzo lunedì del mese.

Non c’è, ovviamente, nessuna evidenza scientifica riguardo al Blue Monday, ma è sicuramente un ottimo modo per fare pubblicità ad aziende e prodotti, per tirar su il morale dei consumatori.